Menu

ascomalogo reteimpreseitalia

Confcommercio Asti

In partenza il settembre astigiano tra Palio e Douja, CONFCOMMERCIO in prima linea per il territorio.

Il “settembre astigiano” è alle porte con tante iniziative tra il nostro Palio che riprende dopo due anni di stop,la Douja ed il festival delle sagre.
Confcommercio Asti è in prima linea per le imprese ed il territorio in questo settembre “della ripartenza” per dare visibilità alle iniziative e manifestazioni che caratterizzano da sembre questo periodo emblematico per la città.
La Confcommercio promuoverĂ  ed allestirĂ  le vetrine dei negozi in collaborazione con i due Consorzi rispettivamente quello della Barbera e dell’Asti per valorizzare i vini del territorio e dare colore alle vie del centro durante le manifestazioni,inoltre, come giĂ  avvenuto nel 2019 insieme a Confcommercio Terziario Donna, unitamente a Confcommercio Giovani e FIMAA, ha riproposto l’allestimento di vetrofanie pubblicitarie nei negozi sfitti per il nostro settembre attuando così una politica di riqualificazione urbana.
Una importante novitĂ  di questo settembre sarĂ  la collaborazione con l’Unione Industriale all’interno di palazzo Ottelenghi che ospiterĂ  il salone del Vermouth dal 9 al 18 settembre dove Confcommercio proporrĂ  una degustazione di salumi tipici e carne cruda battuta al coltello dall'Antica Salumeria - Pipil di Costigliole d’Asti da sempre un'eccelenza gastronomica del territorio.
Il Direttore di Confcommercio Asti Claudio Bruno:”Questo è un settembre che dovrĂ  essere connotato come quello della ripartenza noi come associazione siamo in prima linea anche in qualitĂ  di partner stabili del distretto urbano del commercio della cittĂ  di Asti.”continua Claudio Bruno :”La mission di Confcommercio Asti durante gli eventi piĂą importanti della cittĂ  è quella di dare visibilitĂ  al nostro territorio e renderlo attrattivo per i turisti. La visibilitĂ  è uno strumento che permetterĂ  l’incremento di presenze in cittĂ  utile per le nostre imprese”

WhatsApp Image 2022-08-30 at 14.17.56
WhatsApp Image 2022-08-30 at 14.17.56 3

WhatsApp Image 2022-08-30 at 14.17.56 2
WhatsApp Image 2022-08-30 at 14.17.56 1

 

palio-img logo douja PROGRAMMA-douja

Grande successo del Bagna Cauda Day

 

Il Bagna Cauda Day (d’aj) è finito in gloria. Oltre tremila bagnacaudisti hanno vissuto intensamente la tre giorni dedicata al grande piatto della tradizione piemontese nelle cantine storiche e nei cinquanta ristoranti dell’Astigiano, Monferrato, di Langa e del Roero.


Hanno cucinato la Bagna Cauda anche a New York, Shanghai, Los Angeles, in Australia e persino a Tonga, nel cuore del Pacifico.
“Ma il successo dell’idea non sta solo nei numeri. Partendo dalla storia abbiano riacceso la luce sulla bellezza, la bontà e la convivialità della Bagna Cauda - commentano soddisfatti all’associazione “Astigiani” che ha organizzato l’evento – e ora non la lasceremo spegnere. Il sito www.bagnacaudaday.it, frequentatissimo in questi giorni, sta raccogliendo video e migliaia di foto dell’evento. E soprattutto abbiamo già fissato le date del prossimo appuntamento: 21, 22, 23 novembre 2014”.
In attesa ecco qualche riflessione. E’ piaciuto il mercatino della Bagna Cauda in piazza Statuto, in collaborazione con Ascom e Camera di commercio, con bancarelle tipiche che proponevano verdure, acciughe, olio, libri di ricette, ma anche bigiotteria d’autore e gadget vari.
A ruba il kit del dopo Bagna Cauda con dentifricio in confezione “Baciami subito”, magnesia effervescente e digestivo. Già un cult la mascotte “Acciù”, la colorata acciuga di stoffa souvenir del Bagna Cauda Day 2013.
Il “Card Rock café” di via Quinto Sella si è acceso con la musica del Dj Margiotta e del gruppo di Rudy Calabrese.
Spopolano su Internet le foto e i video del “bacio a mezzanotte” celebrato venerdì in piazza San Secondo, nel cuore di Asti, tra decine di coraggiose coppie di bagnacaudisti, con mangiafuoco e richiami musicali.
Altro evento atteso. Sabato sera al Diavolo Rosso entusiasmo e bis per il gran ritorno dei Fiati Pesanti: i trenta suonatori jazz hanno presentato in anteprima mondiale “Anciua blues” un brano scritto apposta dal maestro Sergio Paolo Demartini.
“Il Bagna Cauda Day con i ristoranti pieni, non solo ad Asti ma anche nel resto del territorio e centinaia di bagna-turisti in città ha dimostrato che si possono organizzare eventi divertenti e di forte richiamo, puntando sulla professionalità di ristoratori e produttori di vino senza spendere o peggio sprecare soldi pubblici e puntando sulla qualità del messaggio e della comunicazione” commenta Sergio Miravalle, il giornalista direttore di Astigiani che, con il presidente dell’associazione Giorgio Conte, è stato premiato domenica a mezzogiorno alle cantine di palazzo Gazelli da Piero Bava a nome dell’Accademia Italiana della Cucina, che ha partecipato al Bagna Cauda Day.
Nell’occasione applausi anche all’attrice Lorenza Zambon che ha presentato un monologo bagnacaudesco in salsa patavina: il testo è tratto dal quaderno dato in omaggio con il bavagliolone a tutti i bagnacaudisti.
In attesa del 2014 l’associazione Astigiani ringrazia tutti i volontari, le aziende e i mecenati che hanno creduto e lavorato per il successo del Bagna Cauda Day.

Video

Torna in alto

CASSA DI RISPARMIO

 

z1a