Menu

ascomalogo reteimpreseitalia

Confcommercio Asti

In partenza il settembre astigiano tra Palio e Douja, CONFCOMMERCIO in prima linea per il territorio.

Il “settembre astigiano” è alle porte con tante iniziative tra il nostro Palio che riprende dopo due anni di stop,la Douja ed il festival delle sagre.
Confcommercio Asti è in prima linea per le imprese ed il territorio in questo settembre “della ripartenza” per dare visibilità alle iniziative e manifestazioni che caratterizzano da sembre questo periodo emblematico per la città.
La Confcommercio promuoverà ed allestirà le vetrine dei negozi in collaborazione con i due Consorzi rispettivamente quello della Barbera e dell’Asti per valorizzare i vini del territorio e dare colore alle vie del centro durante le manifestazioni,inoltre, come già avvenuto nel 2019 insieme a Confcommercio Terziario Donna, unitamente a Confcommercio Giovani e FIMAA, ha riproposto l’allestimento di vetrofanie pubblicitarie nei negozi sfitti per il nostro settembre attuando così una politica di riqualificazione urbana.
Una importante novità di questo settembre sarà la collaborazione con l’Unione Industriale all’interno di palazzo Ottelenghi che ospiterà il salone del Vermouth dal 9 al 18 settembre dove Confcommercio proporrà una degustazione di salumi tipici e carne cruda battuta al coltello dall'Antica Salumeria - Pipil di Costigliole d’Asti da sempre un'eccelenza gastronomica del territorio.
Il Direttore di Confcommercio Asti Claudio Bruno:”Questo è un settembre che dovrà essere connotato come quello della ripartenza noi come associazione siamo in prima linea anche in qualità di partner stabili del distretto urbano del commercio della città di Asti.”continua Claudio Bruno :”La mission di Confcommercio Asti durante gli eventi più importanti della città è quella di dare visibilità al nostro territorio e renderlo attrattivo per i turisti. La visibilità è uno strumento che permetterà l’incremento di presenze in città utile per le nostre imprese

WhatsApp Image 2022-08-30 at 14.17.56
WhatsApp Image 2022-08-30 at 14.17.56 3

WhatsApp Image 2022-08-30 at 14.17.56 2
WhatsApp Image 2022-08-30 at 14.17.56 1

 

palio-img logo douja PROGRAMMA-douja

Commercio su aree pubbliche – V.A.R.A.

“Disposizioni per la verifica della regolarità delle imprese del commercio su aree pubbliche”
La legge regionale n°28 del 12 novembre 1999 e s.m.i. ha introdotto, per tutti coloro che esercitano l’attività di commercio su aree pubbliche da più di un anno

(alla data del 28 febbraio), l’obbligo di provare la regolarità della posizione ai fini fiscali e previdenziali, prendendo quale riferimenti i dati fiscali dell’anno precedente.
La mancata produzione di detta certificazione fa scattare la revoca dell’autorizzazione e quindi l’impossibilità di vendita su area pubblica.
Per evitare ciò, a partire dal 1°ottobre ed entro il 28 febbraio di ogni anno, va presentata la “documentazione” al Comune a seguito della quale verrà rilasciata entro il 30 aprile, l’attestazione di regolarità.
Questo per quanto riguarda le autorizzazioni amministrative ordinarie, mentre e per quanto riguarda determinati casi, come la “spunta” ed il “subingresso”, considerata la necessità di provare la regolarità in tempo reale, la Regione Piemonte, sollecitata dalle stesse Amministrazioni ed Enti Locali, ha fornito con propria nota n.0003412/DB1607 DEL 15/03/2013, precise indicazioni.
In effetti e per quanto riguarda le “spunte” vengono distinti gli operatori tra “vecchio”, “nuovo” ed “intermedio” ed in dipendenza della diversa condizione variano chiaramente le modalità con cui dovrà essere presentata la documentazione.
Mentre e per quanto riguarda i “subingressi” sono due le casistiche; la prima prevede la verifica in tempo reale al momento del subingresso, quindi non secondo le tempistiche generali; nel caso, invece, che il subentrante abbia iniziato l’attività da meno di un anno rispetto al 28 febbraio, dovrà essere esibita la documentazione di regolarità del “cedente”. Anche in questo caso dovrà essere valutata la condizione di ”cedente “ e “subentrante” per potere determinare il comportamento da adottare.

Ulteriori INFORMAZIONI potranno essere acquisite tramite i ns Uffici Tel.0141 535711 -535704
e-mail : www.ascom.at.it

Torna in alto

CASSA DI RISPARMIO

 

z1a