Menu

ascomalogo reteimpreseitalia

Confcommercio Asti

Tares: Versamento del tributo tramite F24. Ammessa la compensazione

L’Agenzia delle Entrate, dopo aver istituito i codici per il versamento del tributo comunale sui rifiuti e sui servizi (TARES), ha comunicato che è possibile effettuare tale versamento tramite il modello F24 dal 27 maggio 2013 (Risoluzione 28 giugno 2013, n. 42/E e Provvedimento direttoriale 28 giugno 2013).


Il versamento con l’F24, alternativo al bollettino di conto corrente postale, consente di effettuare compensazioni con eventuali crediti del contribuente compensabili secondo le regole dell’art. 17 del D. Lgs. n. 241/1997.
Si ricorda che ai fini del versamento delle prime due rate del tributo, e comunque ad eccezione dell’ultima rata dello stesso, i Comuni possono inviare modelli di pagamento precompilati già predisposti per il pagamento della TARSU, della TIA1 o TIA2, oppure indicare altre modalità di pagamento già in uso per gli stessi prelievi.
Sentita l’Agenzia delle Entrate per le vie brevi, ci è stato confermato che in questi casi è possibile effettuare la compensazione già in riferimento ai versamenti a titolo di acconto.Qualora, invece, il Comune abbia delegato la riscossione ai soggetti affidatari del servizio di gestione dei rifiuti urbani, non si ritiene possibile l’utilizzo dell’F24 e dunque è esclusa la possibilità di compensazione.

Torna in alto