Menu

ascomalogo reteimpreseitalia

Confcommercio Asti

In partenza il settembre astigiano tra Palio e Douja, CONFCOMMERCIO in prima linea per il territorio.

Il “settembre astigiano” è alle porte con tante iniziative tra il nostro Palio che riprende dopo due anni di stop,la Douja ed il festival delle sagre.
Confcommercio Asti è in prima linea per le imprese ed il territorio in questo settembre “della ripartenza” per dare visibilità alle iniziative e manifestazioni che caratterizzano da sembre questo periodo emblematico per la città.
La Confcommercio promuoverà ed allestirà le vetrine dei negozi in collaborazione con i due Consorzi rispettivamente quello della Barbera e dell’Asti per valorizzare i vini del territorio e dare colore alle vie del centro durante le manifestazioni,inoltre, come già avvenuto nel 2019 insieme a Confcommercio Terziario Donna, unitamente a Confcommercio Giovani e FIMAA, ha riproposto l’allestimento di vetrofanie pubblicitarie nei negozi sfitti per il nostro settembre attuando così una politica di riqualificazione urbana.
Una importante novità di questo settembre sarà la collaborazione con l’Unione Industriale all’interno di palazzo Ottelenghi che ospiterà il salone del Vermouth dal 9 al 18 settembre dove Confcommercio proporrà una degustazione di salumi tipici e carne cruda battuta al coltello dall'Antica Salumeria - Pipil di Costigliole d’Asti da sempre un'eccelenza gastronomica del territorio.
Il Direttore di Confcommercio Asti Claudio Bruno:”Questo è un settembre che dovrà essere connotato come quello della ripartenza noi come associazione siamo in prima linea anche in qualità di partner stabili del distretto urbano del commercio della città di Asti.”continua Claudio Bruno :”La mission di Confcommercio Asti durante gli eventi più importanti della città è quella di dare visibilità al nostro territorio e renderlo attrattivo per i turisti. La visibilità è uno strumento che permetterà l’incremento di presenze in città utile per le nostre imprese

WhatsApp Image 2022-08-30 at 14.17.56
WhatsApp Image 2022-08-30 at 14.17.56 3

WhatsApp Image 2022-08-30 at 14.17.56 2
WhatsApp Image 2022-08-30 at 14.17.56 1

 

palio-img logo douja PROGRAMMA-douja

Ufficio Paghe Informa - Bonus 80 euro

Il Decreto Legge n. 66 del 24 aprile 2014 ha istituito il cosiddetto "bonus 80 euro" mensili ovvero 640 euro annuali.


Pertanto, a partire dal mese di maggio 2014, verrà inserito in busta paga l'importo del bonus in via automatica senza necessità che sia prodotta alcuna richiesta da parte dei lavoratori beneficiari.
Poiché il riconoscimento del bonus è subordinato al rispetto di un limite di reddito complessivo (non superiore a 26.000 euro), al raggiungimento del quale concorre non solo il reddito di lavoro dipendente e/o assimilato corrisposto dal datore di lavoro che effettua la verifica di spettanza del bonus, ma anche eventuali redditi posseduti dal lavoratore (es. altri rapporti di lavoro intercorsi nel 2014, redditi da terreni e da fabbricati escluso quello relativo all'abitazione principale, redditi di capitale, di lavoro autonomo, redditi di capitale, ecc), è fondamentale che i dipendenti comunichino al datore di lavoro qualora non ne abbiano diritto richiedendone la non applicazione. A tal proposito, si allega un'informativa che riassume quanto previsto dalla normativa in vigore ed il fac-simile della richiesta di non applicazione del bonus.
Preme evidenziare che, qualora il lavoratore percepisca indebitamente il bonus, in sede di dichiarazione dei redditi verrà automaticamente recuperato.
Si evidenzia, in ultimo, che i datori di lavoro compenseranno il credito derivante dal bonus sul Mod. F24 in scadenza.

In allegato l'informativa per il dipendente e il modello per la comunicazione ai fini del riconoscimento del bonus.

Torna in alto

CASSA DI RISPARMIO

 

z1a