Menu

ascomalogo reteimpreseitalia

Confcommercio Asti

Ufficio Paghe Informa: disciplina delle ferie

Il Decreto Legge n. 66/2003 ha regolamentato i profili di disciplina del rapporto di lavoro connessi all’organizzazione dell’orario di lavoro e, di conseguenza, le ferie.

La legge dispone che i prestatori di lavoro abbiamo diritto ad un periodo di ferie disciplinato dai CCNL e finalizzato al ripristino dell’integrità psico-fisica. Per tale motivo, dunque, le ferie devono essere godute, a gruppi di settimane, e per un periodo non inferiore a 4 settimane per ogni anno.
In particolare, con la circolare n. 8/2005, il Ministero del Lavoro ha chiarito che al lavoratore deve essere garantito un periodo di almeno due settimane (consecutive in caso di richiesta del lavoratore) nel corso dell’anno di maturazione. Qualora residuassero dei giorni di ferie maturati, ma non goduti, il restante periodo deve essere accordato e fruito entro 18 mesi dal compimento dell'anno di maturazione.
Le ferie non sono monetizzabili salvo il caso di cessazione del rapporto di lavoro.
La disciplina è diversa per i permessi retribuiti: essi devono essere goduti entro il periodo disciplinato dai CCNL (es. 30 giugno per il settore Terziario e Turismo) ma, qualora non vengano goduti, possono essere pagati.

Torna in alto